Most read

L’elettronica incontra il vintage: le Perle Nere dei Masstang

Nuovo video per la band marchigiana, una riflessione sulla solitudine nel segno del crossover e della club culture

Sound più elettronico che mai, con interferenze vintage su una struttura drum’n bass. Tornano i Masstang, una band marchigiana dedita al crossover nel segno della club culture e della sperimentazione, che si vede anche nel video di Perle Nere, il loro ultimo videoclip, realizzato con la tecnica delle storie di Facebook.

Inquadrature ridotte in un piccolo verticale in cui sono ripresi singolarmente i membri del gruppo senza alcuna inquadratura d’assieme.

Il tema della canzone, e quindi del video, è decisamente intimista. Perle Nere è una riflessione sulla solitudine, che si distacca un po’ dalla precedente produzione del gruppo, che con questo nuovo singolo inaugura la nuova formazione a terzetto, in seguito all’abbandono, dovuto a motivi familiari e personali, del bassista e fondatore Ugo Pellicano.

Per il resto, sono i Masstang di sempre, cioè la cantante Marica Bacciardi, il cantante-chitarrista Dante Saudelli e il dj-programmatore Samuele Bozzi.

Forse proprio la mancanza di uno strumento importante come il basso ha spinto i marchigiani ancor più verso l’elettronica, interpretata con originalità e garbo, grazie a un uso non banale del Juno della Roland, opportunamente riempito dalla Fender Telecaster di Saudelli.

Che dire?

I Masstang meritano più di un ascolto: in cuffia, come sottofondo o per ballare, fate un po’ voi. Intanto, buona visione e buon ascolto.

Per saperne di più:

Il sito dei Masstang

Da ascoltare e da vedere:

Perle Nere

43 Visite totali, 2 visite odierne

Saverio Paletta, classe 1971, ariete, vive e lavora a Cosenza. Laureato in giurisprudenza, è giornalista professionista. Ha esordito negli anni ’90 sulle riviste culturali Futuro Presente, Diorama Letterario e Letteratura-Tradizione. Già editorialista e corrispondente per il Quotidiano della Calabria, per Linea Quotidiano e L’Officina, ha scritto negli anni oltre un migliaio di articoli, in cui si è occupato di tutto, tranne che di sport. Autore di inchieste, è stato redattore de La Provincia Cosentina, Il Domani della Calabria, Mezzoeuro, Calabria Ora e Il Garantista. Ha scritto, nel 2010, il libro Sotto Racket-Tutti gli incubi del testimone, assieme al testimone di giustizia Alfio Cariati. Ha partecipato come ospite a numerose trasmissioni televisive. Ama il rock, il cinema exploitation e i libri, per cui coltiva una passione maniacale. Pigro e caffeinomane, non disdegna il vino d’annata e le birre weisse. Politicamente scorretto, si definisce un liberale, laico e con tendenze riformiste. Tuttora ha serie difficoltà a conciliare Benedetto Croce e Carl Schmitt, tra i suoi autori preferiti, con i film di Joe d’Amato e l’heavy metal dei Judas Priest. [ View all posts ]

Comments

There is 1 comment for this article
  1. Pingback: La notte spacca, ma “Il giorno” è meglio. Parola dei Masstang – Indygesto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go to TOP