Most read

Amor per te: versi dolci su un coro da stadio e immagini hard

Vota

Online il nuovo video dei romani Dopo. Techno e alternative tra i Subsonica e i Radiohead con un pizzico di Depeche Mode

Amor per te. Ma di quale amore parliamo? Sul tappeto sintetizzato del sequencer la voce filtrata di Marco Arancia canta versi romantici su un motivo da stadio, il tutto scandito dalle percussioni metronomiche di Alex Romano.

Sullo schermo scorrono immagini di repertorio a colori sbiaditi e in un bianco e nero vintage che vira sul grigio: un cassiere di mezza un po’ laido età sorride e conta i soldi, tra una sequenza e l’altra appaiono vecchi autoscatti erotici con le pecette sugli occhi e le parti intime dei soggetti ritratti e le copertine delle vecchie riviste, timidamente pornografiche su cui sbavava la generazione (soprattutto americana o comunque anglofona) dei nostri padri e dei nostri nonni.

Amor per te è il nuovo singolo, il terzo per la precisione – dei Dopo, un duo romano – composto, appunto da Arancia e Romano – che proviene dalla scena do it yourself (alla lettera amatoriale) capitolina e ha esordito lo scorso marzo con l’ep autoprodotto Pasticche ’95, da cui sono tratti i singoli, e relativi video, Nel cuore solo rumore e Bufera.

Il genere? L’elettronica è prevalente, ma l’approccio resta minimalista. In questo quadro di fondo i due mescolano varie influenze, che vanno dai Depeche Mode e dai concittadini Subsonica ai Radiohead.

Ballabili, un po’ (neo)psichedelici con qualche tocco grunge, soprattutto nella vocalità di Arancia, che non guasta, i Dopo promettono bene.

Da ascoltare anche in momenti di relax, o da ballare, magari in un lounge club alternativo, in ogni caso godibili.

Per saperne di più:

Il video di Amor per te

 

 

81 Visite totali, 2 visite odierne

Saverio Paletta, classe 1971, ariete, vive e lavora a Cosenza. Laureato in giurisprudenza, è giornalista professionista. Ha esordito negli anni ’90 sulle riviste culturali Futuro Presente, Diorama Letterario e Letteratura-Tradizione. Già editorialista e corrispondente per il Quotidiano della Calabria, per Linea Quotidiano e L’Officina, ha scritto negli anni oltre un migliaio di articoli, in cui si è occupato di tutto, tranne che di sport. Autore di inchieste, è stato redattore de La Provincia Cosentina, Il Domani della Calabria, Mezzoeuro, Calabria Ora e Il Garantista. Ha scritto, nel 2010, il libro Sotto Racket-Tutti gli incubi del testimone, assieme al testimone di giustizia Alfio Cariati. Ha partecipato come ospite a numerose trasmissioni televisive. Ama il rock, il cinema exploitation e i libri, per cui coltiva una passione maniacale. Pigro e caffeinomane, non disdegna il vino d’annata e le birre weisse. Politicamente scorretto, si definisce un liberale, laico e con tendenze riformiste. Tuttora ha serie difficoltà a conciliare Benedetto Croce e Carl Schmitt, tra i suoi autori preferiti, con i film di Joe d’Amato e l’heavy metal dei Judas Priest. [ View all posts ]

Comments

Be the first to comment on this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go to TOP