Most read

Fiorisci, una canzone delicata dall’anima zen…

5 (100%) 1 vote

Il cantautore Simone Jahnet Beccarelli lancia il suo ultimo singolo, un brano suggestivo dai sottintesi metafisici, in attesa del prossimo album

Uno scenario boschivo, quello di Monte Falecchio nel Bergamasco, che più suggestivo non si può. Colori accesi e una bella protagonista che si aggira tra gli alberi, ora smarrita e indifesa, ora ingigantita dai trampoli.

Tra un’inquadratura e l’altra di questa mini narrazione quasi metafisica, si vede Simone Jahnet Beccarelli, che canta con un berretto in testa e l’inseparabile chitarra acustica a tracolla.

Simone Beccarelli (foto di Luigi Ferri)

È il racconto, semplice e profondo, di Fiorisci, il video diretto da Luca Cantoni che accompagna l’ultimo singolo del cantautore Jahnet Beccarelli, prossimo al traguardo del terzo album.

Fiorisci, la canzone, si ispira a una massima zen che ha colpito l’artista: «Devi essere come un fiore di loto che sboccia nell’acqua mantenendo calma naturalezza e fluidità nonostante tutto intorno un incendio devastante stia bruciando la foresta».

Il pezzo, prodotto da Emiliano Bassi, è un pop rock prevalentemente acustico dalla melodia ariosa e dai toni intimistici. Una riflessione sulla resistenza della vita e dell’arte, intese anche come disciplina del vivere e del creare, ai turbamenti dell’esistenza. Non a caso, canta Beccarelli con la perfetta circolarità di un haiku: «Provare e riprovare/Sentire e risentire/Suonare e risuonare/Soffrire e ancor soffrire/Gioire e rigioire/Suonare e risuonare». Delicati i passaggi ritmici, che donano un lieve incedere epico alla canzone, e sfumatissima la parte di chitarra solista che completa la narrazione del testo.

Quarantadue anni ben portati, aria semplice da ragazzone che riesce a vedere il mondo con uno sguardo incantato nonostante tutto, Simone Beccarelli è un artista di lungo corso. Polistrumentista da sempre, ha esordito nel ’98 con l’album Magicalchimisticantes, a cui sono seguiti Nasce l’ispirazione (2000) e l’ep Pezzi di vita (2012), al quale hanno partecipato Emiliano Bassi, Matteo BassiFulvio MonieriManlio CangelliEnrico Ferraresi e Marco Barusso.

Tra una cosa e l’altra, Beccarelli si è dedicato a vari progetti musicali, sia come artista sia come produttore, e all’organizzazione di eventi culturali.

In attesa dell’imminente ritorno sulla lunga distanza, godiamoci Fiorisci. Visto che ci siamo, vale la pena segnalare che di questo brano, uscito da pochissimo, esiste già una cover per chitarra classica di Oscar Conti. Dire che anche questa vale la pena, è il minimo…

Da ascoltare (e da vedere):

2,490 Visite totali, 1 visite odierne

Saverio Paletta, classe 1971, ariete, vive e lavora a Cosenza. Laureato in giurisprudenza, è giornalista professionista. Ha esordito negli anni ’90 sulle riviste culturali Futuro Presente, Diorama Letterario e Letteratura-Tradizione. Già editorialista e corrispondente per il Quotidiano della Calabria, per Linea Quotidiano e L’Officina, ha scritto negli anni oltre un migliaio di articoli, in cui si è occupato di tutto, tranne che di sport. Autore di inchieste, è stato redattore de La Provincia Cosentina, Il Domani della Calabria, Mezzoeuro, Calabria Ora e Il Garantista. Ha scritto, nel 2010, il libro Sotto Racket-Tutti gli incubi del testimone, assieme al testimone di giustizia Alfio Cariati. Ha partecipato come ospite a numerose trasmissioni televisive. Ama il rock, il cinema exploitation e i libri, per cui coltiva una passione maniacale. Pigro e caffeinomane, non disdegna il vino d’annata e le birre weisse. Politicamente scorretto, si definisce un liberale, laico e con tendenze riformiste. Tuttora ha serie difficoltà a conciliare Benedetto Croce e Carl Schmitt, tra i suoi autori preferiti, con i film di Joe d’Amato e l’heavy metal dei Judas Priest. [ View all posts ]

Comments

There is 1 comment for this article
  1. Bea Novembre 12, 2018 3:16 pm

    Bellissima canzone, voce stupenda ed espressiva, come sempre! Rivisitazione di Oscar, splendida! Bravi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go to TOP