Most read

Una gara di murales alle porte della Sila

La manifestazione artistica si svolgerà ad Aprigliano dal 18 al 22 settembre.

Si svolgerà ad Aprigliano, dal 18 al 22 settembre, la prima edizione del Concorso di Pittura Murale, organizzata dall’associazione I Casali-Vico San Nicola assieme all’amministrazione comunale.

La locandina della manifestazione

L’iniziativa, che animerà l’antico borgo alle porte di Cosenza che dà verso la Sila, è dedicata a Donnu Pantu, celebre e mitico (nel senso che non se ne conoscono con esattezza i dati anagrafici e c’è chi mette in dubbio la sua identità reale) poeta dialettale, vissuto nella prima metà del XVII secolo.

Non a caso, il titolo della manifestazione è ripreso da un verso di Pantu: Appiccica la lampada d’amure.

La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti.

I bozzetti dovranno pervenire entro e non oltre le 23 del 17 Settembre al seguente indirizzo e mail: concorsomurales.aprigliano2018@gmail.com.

Ai primi tre artisti classificati andranno altrettanti premi in denaro, del valore, rispettivamente, di 500, 300 e 200 euro.

Per saperne di più:

BANDO ARTE MURALE APRIGLIANO 2018_CON ALLEGATO DI PARTECIPAZIONE

10,136 Visite totali, 309 visite odierne

Saverio Paletta, classe 1971, ariete, vive e lavora a Cosenza. Laureato in giurisprudenza, è giornalista professionista. Ha esordito negli anni ’90 sulle riviste culturali Futuro Presente, Diorama Letterario e Letteratura-Tradizione. Già editorialista e corrispondente per il Quotidiano della Calabria, per Linea Quotidiano e L’Officina, ha scritto negli anni oltre un migliaio di articoli, in cui si è occupato di tutto, tranne che di sport. Autore di inchieste, è stato redattore de La Provincia Cosentina, Il Domani della Calabria, Mezzoeuro, Calabria Ora e Il Garantista. Ha scritto, nel 2010, il libro Sotto Racket-Tutti gli incubi del testimone, assieme al testimone di giustizia Alfio Cariati. Ha partecipato come ospite a numerose trasmissioni televisive. Ama il rock, il cinema exploitation e i libri, per cui coltiva una passione maniacale. Pigro e caffeinomane, non disdegna il vino d’annata e le birre weisse. Politicamente scorretto, si definisce un liberale, laico e con tendenze riformiste. Tuttora ha serie difficoltà a conciliare Benedetto Croce e Carl Schmitt, tra i suoi autori preferiti, con i film di Joe d’Amato e l’heavy metal dei Judas Priest. [ View all posts ]

Comments

Be the first to comment on this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go to TOP