Most read

A scuola di politica in riva al mare

Vota

Inizia a fine agosto la quarta edizione di Farò Politica, la summer school di Labdem per aspiranti politici e amministratori. Questa volta si parla di comunicazione e informazione

Una nuova location per nuovi argomenti. Ma la sostanza è uguale: a venti giorni dalla conclusione della terza edizione, svoltasi dal 2 al 4 agosto, riprende Farò Politica, la scuola di specializzazione full immersion per aspiranti politici e amministratori, organizzata da Labdem-Calabria assieme alle fondazioni Trasparenza, Mezzogiorno e Adele Caterini e al Dipartimento di scienze giuridiche e aziendali (Discag) dell’Università della Calabria.

La quarta edizione di Farò Politica si svolgerà nei locali del Liceo classico Aldo Moro di Praia a Mare e si articolerà in tre giorni di lezioni, che si terranno dal 27 al 29 agosto, sul tema Comunicazione e strategie informative.

Di seguito il calendario della summer school

 

Lunedì 27 agosto 2018

  • Saluti istituzionali di Enrico Caterini, il coordinatore del Corso di studi in Giurisprudenza dell’Università della Calabria, di Patrizia D’Amico, la dirigente scolastica del Liceo classico Moro e dell’avvocato Egidio Lorito.

 

Interventi:

  • Donata Chiricò, docente di Etica della comunicazione dell’Unical, parlerà de Le lingue dei segni: una questione di democrazia;
  • Gianluigi Greco, docente di Informatica dell’Unical, si occuperà di Comunicazione e strategie di comunicazione nell’era dei Big Data;
  • Cataldo Calabretta, avvocato e docente di Diritto dell’informazione, si occuperà di un concetto spinoso della cronaca giudiziaria: Informazione e procedimento penale: il diritto di cronaca deve rispettare il principio di presunzione di non colpevolezza.

 

Martedì 28 agosto 2018

Interventi:

  • Sergio Caruso, direttore scientifico del Master in Criminologia dell’Università della Calabria, parlerà delle Tecniche di colloquio forense e analisi della menzogna;
  • Graziella Mazza, direttrice di sede dei Master in Criminologia e Pedagogia clinica e vicepresidente di Promethes, parlerà di Introduzione alla Pnl (Programmazione neurolinguistica) e tecniche di comunicazione verbale, paraverbale e non verbale;
  • Saverio Paletta, giornalista professionista e blogger, interverrà sul tema: Dietro la notizia: interpretare e demistificare l’informazione tra fake news e doppie verità.

 

Mercoledì 29 agosto 2018

Interventi:

  • Luciana De Rose, esperta in grafologie e docente del Dipartimento di lingue e scienze dell’educazione (Lise) dell’Unical, si occuperà de: La scrittura come comunicazione non verbale: tra personalità e carattere;
  • Diego Mazzitelli, consulente tecnico specializzato in Analisi della scena del crimine, Balistica e Grafologia forense, parlerà de: L’analisi della scrittura in ambito forense: aspetti sociali, relazionali e giuridici.

Modererà il giornalista Saverio Paletta.

 

Sono previste inoltre escursioni guidate nella zona per conoscere le bellezze dei luoghi a partire dall’Isola di Dino.

 

Per informazioni

  • scrivere a: scuoladiformazione@gmail.com
  • o chiamare a: 388/7831383, 320/3808852
  • oppure consultare la pagina facebook Farò politica-Comunicazione e strategie comunicative

9,368 Visite totali, 1 visite odierne

Saverio Paletta, classe 1971, ariete, vive e lavora a Cosenza. Laureato in giurisprudenza, è giornalista professionista. Ha esordito negli anni ’90 sulle riviste culturali Futuro Presente, Diorama Letterario e Letteratura-Tradizione. Già editorialista e corrispondente per il Quotidiano della Calabria, per Linea Quotidiano e L’Officina, ha scritto negli anni oltre un migliaio di articoli, in cui si è occupato di tutto, tranne che di sport. Autore di inchieste, è stato redattore de La Provincia Cosentina, Il Domani della Calabria, Mezzoeuro, Calabria Ora e Il Garantista. Ha scritto, nel 2010, il libro Sotto Racket-Tutti gli incubi del testimone, assieme al testimone di giustizia Alfio Cariati. Ha partecipato come ospite a numerose trasmissioni televisive. Ama il rock, il cinema exploitation e i libri, per cui coltiva una passione maniacale. Pigro e caffeinomane, non disdegna il vino d’annata e le birre weisse. Politicamente scorretto, si definisce un liberale, laico e con tendenze riformiste. Tuttora ha serie difficoltà a conciliare Benedetto Croce e Carl Schmitt, tra i suoi autori preferiti, con i film di Joe d’Amato e l’heavy metal dei Judas Priest. [ View all posts ]

Comments

Be the first to comment on this article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Go to TOP